FASCIA GRAVIDANZA

59,00

Mal di schiena? Prova la fascia per gravidanza Serola e allieva subito tuoi dolori. Disponibile in varie misure, facile e comoda da indossare.
Le cinture Serola sono le uniche cinture approvate dall’American Physical Therapy Association – Section On Women’s Health.

Svuota

Descrizione

Le future mamme hanno sempre molto di cui preoccuparsi e da fare prima dell’arrivo del nuovo neonato. Il mal di schiena è una di quelle cose di cui potrebbero benissimo fare a meno!

Eppure il mal di schiena in gravidanza è uno dei mali più comuni anche se fortunatamente la ricerca negli ultimi anni ha fatto passi da gigante nel capire il perché e il percome questo fenomeno accada così frequentemente.
Le ricerche mediche hanno dimostrato più di una volta quanto una fascia per gravidanza sacroiliacale sia efficace nel ridurre l’incidenza del mal di schiena in gravidanza.

La cintura Serola è disegnata in modo da dare un supporto fermo ed efficace anche in queste situazioni delicate della vita.

Le cinture Serola sono leggerissime, facili da indossare e belle da vedere. Queste cinture sono mondialmente raccomandate da molti professionisti della salute per aiutare le loro giovani pazienti a diminuire e/o ridurre questi spiacevoli inconvenienti passeggeri si ma sempre molto fastidiosi.

Qual’è la causa del Mal di schiena durante la gravidanza?

Il bacino è una struttura molto robusta, composta da tre grandi ossa unite e tenute assieme da forti legamenti e muscoli potenti. Insieme questo insieme di elementi forniscono stabilità e forza. Però, durante la gravidanza 2 cose accadono creando spesso instabilità pelvica:

1. L’ormone relaxina è un ormone peptidico prodotto nella donna dalle ovaie, dalla mammella e in gravidanza dalla decidua basale e dalla placenta in maniera pulsatile. Questo ormone aiuta a rendere i legamenti attorno all’articolazione sacroiliacale più lassi in modo da poter favorire il passaggio della testa del bambino nel canale cervicale durante il parto.

2. Più il feto cresce nella pancia della mamma più questi legamenti e muscoli iniziano ad allungarsi e rilassarsi per prepararsi al fatidico giorno tanto atteso da 9 mesi. Questo però spesso risulta in mal di schiena perché il bacino non riesce a reggere il carico addizionale aggiunto.

Il risultato finale è spesso un gran mal di schiena chiamato “sindrome sacroiliacale”. Questo dolore però, varia da persona a persona. Per alcune è un semplice fastidio, per altre può essere un dolore agonizzante, un dolore acuto che spesso si aggrava con il movimento.

Questo fenomeno spesso anche chiamato iper-mobilità sacroiliacale (troppo movimento nell’articolazione sacroiliacale) è molto comune e per questo i ricercatori hanno stabilito che l’uso di una cintura pelvica aiuta l’80% di questi problemi.

Come funziona la fascia per gravidanza Serola nel supportare il bacino e ridurre così il mal di schiena?

La fascia gravidanza Serola stabilizza il bacino in 3 modi diversi:

applicazione fascia per gravidanza serola 1 La parte principale della cintura è composta di un materiale inelastico, molto leggero che provvede un gentile ma fermo supporto  pelvico.

applicazione fascia per gravidanza serola 2 Le 2 fasce elastiche apportano un ulteriore supporto alla zona pelvica ma consentono il normale movimento dell’articolazione, cosa assolutamente fondamentale.

applicazione fascia per gravidanza serola 3 La zona anteriore della cintura apporta un confortevole supporto alla parte anteriore del vostro pancione.

Ricordate che in caso di mal di schiena in gravidanza, è sempre consigliabile rivolgersi prima ad un professionista della salute quale un chiropratico o altre professioni specializzate nel campo e per un aiuto coadiuvante alle cure, tenete a mente che le cinture Serola danno un supporto & sollievo, sono leggere, comode e traspiranti per un confort giornaliero di cui voi più di altri necessitate per portare a termine una gravidanza felice e serena!


Taglie disponibili:
1. Small (fino a 86cm)
2. Medium (86cm – 102cm)
3. Large (102cm – 117cm)
4. X-Large (117cm – 132cm)

 

Ricerche scientifiche

“…dovuto alla lassità dell’articolazione sacroiliacale durante la gravidanza, l’uso di una cintura sacroiliacale aiuta moltissimo nella prevenzione del mal di schiena da gravidanza”
Snidjers et al. 1992

“…dopo il parto 147 pazienti hanno utilizzato una cintura pelvica…67% hanno riportato un effetto positivo”
Mens et al. 1996

“…una cintura sacroiliacale aiuta notevolmente a ridurre l’iper-mobilità dell’articolazione sacroiliacale durante la gravidanza riducendo così il mal di schiena”
Mens et al. 2006

“…una cintura pelvica da sollievo al 70% delle donne in gravidanza in maniera semplice e sicura”
Ostgaard et al, Spine 1994

“…un numero compreso tra il 50% e l’80% delle donne in gravidanza prima o poi soffrirà di mal di schiena. Questo è molto più comune dal sesto mese in poi”
VE Pennick & G Young, Cochrane Review 2007

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg
Misura

, , ,

EAN

Informazioni per i Professionisti

Ricerche scientifiche:

  • “La disfunzione dell’articolazione sacroiliacale è stata riscontrata in due terzi delle donne con grave dolore alla schiena, ed è importante perché la disfunzione delle articolazioni sacro-iliache deve essere trattata in modo diverso rispetto alle altre cause di lombalgia. Due terzi delle donne con severo mal di schiena durante la gravidanza riportano continuare ad avere dolore anche post parto. In alcune donne il dolore persisteva per almeno un anno dopo il parto. La maggior parte delle donne trattate con la fascia trocanterica ha riportato buoni risultati. ” (Fast, et al., 1990) Una cintura trocanterica è la stessa di una cintura sacroiliacale.

 

  • In uno studio effettuato su 407 donne in gravidanza, Ostgaard, et al. ha dimostrato una riduzione del dolore pelvico posteriore nell’82% delle donne con l’uso di una cintura sacro-iliacale non elastica, specialmente mentre si cammina. Hanno affermato che “l’uso di una cintura sacro-iliacale non elastica a basso costo era uno strumento efficace e poco costoso per alleviare il dolore in molte donne con dolore pelvico posteriore”. (Ostgaard 1994) Poiché non sono stati riscontrati effetti collaterali, hanno raccomandato l’uso di cinture sacro-iliache non elastiche per le donne incinte che hanno subito dolore pelvico posteriore.

 

  • In uno studio su 862 donne durante la gravidanza, Berg, et al. ha rilevato che “il 49% ha riportato mal di schiena e un terzo di queste donne considerava il mal di schiena grave… La causa più comune di grave lombalgia era la disfunzione delle articolazioni sacro-iliache … e 79 donne sviluppavano un dolore così grave che non erano in grado di continuare a lavorare … Di queste 79 donne con dolore grave, il 72% ha avuto sollievo con una cintura trocanterica (sacroiliaca). ” (Berg, 1988)

 

  • Le mestruazioni possono rendere più difficile la stabilizzazione dell’articolazione sacroiliacale. DonTigny afferma: “La presenza dell’ormone relaxina nel corpo circa una settimana o 10 giorni prima dell’inizio delle mestruazioni provoca un lassismo legamentoso ormonale simile a quello della gravidanza, ma in misura minore e rende i legamenti pelvici meno stabili e più soggetti a lesioni minori. L’ormone viene poi riassorbito durante le mestruazioni e  i legamenti pelvici sembrano riacquistare la loro stabilità normale. Ho osservato però che se è presente una disfunzione sacroiliacale, ed essa non viene corretta, l’instabilità può continuare nel prossimo ciclo mestruale. ” (DonTigny, 1985) Sembrerebbe quindi opportuno, dal momento che una cintura sacroiliacale adeguata può aiutare a stabilizzare l’articolazione sacroiliacale, usare regolamento durante il ciclo una cintura stabilizzante sacroiliacale.

 

  • Nilsson-Wikmar et al. hanno diviso 118 donne incinte in tre gruppi, uno con solo una cintura pelvica e un opuscolo informativo sulla loro condizione senza programma di esercizi. Gli altri due gruppi hanno ricevuto diversi tipi di programmi di allenamento, oltre alla cintura e alla brochure. Tutte le donne sono state testate alla  38 settimana di gravidanza e successivamente a 3, 6 e 12 settimane dopo il parto. Gli studiosi affermano che “Al follow-up di tre mesi, il 57% delle donne nel gruppo 1 e il 35% delle donne nel gruppo 2 e 3 non avevano dolore … In conclusione, il dolore pelvico diagnosticato durante la gravidanza sembra migliorare con il tempo in tutti e tre i diversi gruppi di trattamento.” (Nilsson-Wikmar, 1998) Tuttavia, va notato che il gruppo con solo la fascia e la brochure informativa ne ha tratto il massimo beneficio.

Scopri di più

Guarda il video qui di seguito per capire come meglio posizionare la cintura Serola. Il video è spiegato in inglese dal Dott. Serola stesso ma si capisce molto bene.

Domande frequenti

D: E’ sicuro portare una fascia per gravidanza sacroiliacale per il mio bambino?
R: Le cinture Serola sono mondialmente usate in molte cliniche private e ospedali. Molte ricerche e test sono stati eseguiti su di essa e nessuno ha mai accennato a nessun problema correlato direttamente all’uso della cintura Serola ne sulle madri ne sul bambino.

D: Quanto posso portare la cintura ogni giorno?
R: Quanto si vuole. La cintura è stata studiata e sviluppata per essere portata anche tutto il giorno se la paziente lo necessita.

D: Come può una cintura cosi leggera e sottile darmi tutto questo supporto del quale necessito?
R: La cintura Serola punta direttamente all’articolazione sacroiliacale. Grazie alla sua leggerezza e materiali traspirabili la cintura provvede un supporto incomparabile che nessun’altra cintura saprà darvi.

D: Se porto la cintura, rischio di atrofizzare i miei muscoli?
R: Esattamente l’opposto. I muscoli se continuamente affaticati alla lunga diventano fibrotici e molto tesi. Usando la cintura Serola darete ai vostri muscoli stanchi un’opportunità di recuperare e rigenerarsi in modo da diventare più forti e ritornare al loro stato ottimale di salute.